Bilancio in primo piano.

Consiglio comunale a Bormio

Molti i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di Bormio di martedì 5 marzo. La seduta ordinaria ha avuto luogo senza la presenza del sindaco Roberto Volpato, assente per motivi di salute; come conseguenze sono andate deluse le aspettative del Gruppo Misto di minoranza che aveva pronte alcune interrogazioni al sindaco. La più importante delibera, spiegata dall’assessore al Bilancio Roberto Spechenhauser, ha riguardato l’approvazione del bilancio preventivo del triennio; questo prevede una cifra in pareggio tra entrate ed uscite di 16.637.000 euro con un avanzo di amministrazione che ammonta a 2.270.000 dei quali 677.000 vincolati.

Aliquote

Sempre l’assessore al Bilancio ha reso noto che nell’anno in corso non ci saranno variazioni rispetto l’anno precedente in termini di aliquote, addizionale comunale IRPEF e IMU. Sempre nell’ambito delle tassazioni comunali è stato approvato anche il piano finanziario della tassa sui rifiuti (TARI). A questo riguardo il Gruppo Misto ha rilevato un significativo incremento delle somme corrisposte da commercianti e albergatori, chiedendo chiarimenti. Nel corso della seduta è stata ratificata la nomina a revisore dei conti della dottoressa Luana Polini. Si è proceduto anche all’adeguamento dello statuto della società Bormio Servizi con  particolare attenzione alle norme anticorruzione. E’ stato approvato il programma degli interventi per l’anno in corso della Biblioteca civica con un impegno di spesa di 92.600 euro e per il Museo civico con interventi che ammontano a 57.300 euro. In campo socio-assistenziale sono stati stanziati 278.550 euro.