E’ in programma domani, venerdì 22 giugno, all’auditorium comunale a Chiuro alle 20.30, la presentazione del progetto “ChiuroPermeAbile – La comunità riscopre tracce e capacità di adattamento  all’acqua”. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale Opul Onlus (ente capofila), dal Comune e dalla Pro Loco di Chiuro. E’ cofinanziata da Fondazione Cariplo tramite il Bando Comunità Resilienti 2017. Durante la presentazione è previsto l’intervento di Tiziano Maffezzini, sindaco di Chiuro, Norma Ghizzo, presidente di Opul Onlus, Alessandra Gelmini, ingegnere, Officina11 soc. coop., Maurizio Azzola, geologo e Giorgio Baruta, restauratore.

ChiuroPermeAbile: un progetto innovativo

Grazie al Bando di Fondazione Cariplo – Comunità Resilienti, il progetto «ChiuroPermeAbile» si presenta al territorio proponendo obiettivi mirati quali la riscoperta e il recupero della capacità tradizionale locale di saper convivere con l’acqua, non solo in forma di prevenzione e di protezione dal rischio idrogeologico, ma anche nella forma di produzione e di nuova convivenza attiva.

Tre le linee d’intervento

Il progetto si muove in vista di tre obiettivi principali, a cui corrispondono specifiche azioni: scoprire, raccontare, ascoltare attraverso la lettura del territorio dal punto di vista idrogeologico (analisi dei versamenti, analisi dei corsi d’acqua, analisi dell’abitato) e il sistema tradizionale di adattamento e protezione; formare e apprendere sulla gestione dei versanti e sul mantenimento attivo dei presidi di protezione attraverso la formazione di «guide locali»; infine divulgare e valorizzare attraverso la promozione del progetto stesso, utilizzando canali divulgativi aperti alla comunità.