All’auditorium di Morbegno.

Dvorak e Mozart domani per gli Amici

Dopo il notevole successo dell’anteprima col Requiem di Mozart, gli Amici della Musica di Sondalo fanno il loro primo ingresso ufficiale, relativamente alla 57a Stagione concertistica, nell’auditorium Sant’Antonio di Morbegno con un nuovo concerto che si annuncia di grande interesse e suggestione. Domani martedì 22 ottobre 2019, alle ore 20.45, la North Czech Philharmonic Orchestra diretta dal M°Alfonso Scarano e il solista di pianoforte Leonardo Pierdomenico si esibiranno in musiche di Antonin Dvorak (Concerto per pianoforte e orchestra in sol minore e Suite ceca in re maggiore) e di Wolfgang Amadeus Mozart (Sinfonia “Jupiter” in do maggiore, n. 41).

Esecutori

Il pianista Leonardo Pierdomenico, affermatosi due anni fa al prestigioso concorso internazionale “Van Cliburn”, è uno dei musicisti più interessanti della sua generazione. Si esibisce con orchestre del calibro della Fort Worth Symphony, della Sinfonica della Fenice, della Verdi di Milano. Quest’anno è fra l’altro protagonista della singolare esecuzione del “Concerto n.2” di Brahms senza direttore (sic), orchestrato dall’ensemble da camera Colibrì. Leonardo è richiesto ovunque, in Italia e all’estero, anche in veste di solista. Il suo debutto discografico, dedicato a Liszt e pubblicato dall’etichetta olandese Piano Classics, è stato accolto positivamente da pubblico e critica.

Leggi anche:  Statale 36 chiusa per maltempo in Valchiavenna

Scarano e orchestra

Alfonso Scarano, oggi direttore della Thailand Philharmonic Orchestra a Bangkok, è stato maestro anche dei Virtuosi di Praga e del Toscana Opera Festival e vincitore della borsa di studio per Giovani Direttori d’Europa tenuto a Fiesole da Daniele Gatti. Ha diretto l’Orchestra del Regio di Parma, del Petruzzelli di Bari, la Jerusalem Symphony in Israele, la New Russia State Symphony Orchestra presso la Sala Tchaikovsky di Mosca e altre ancora. La North Czech Philharmonic, fondata nel 1838, si è regolarmente esibita, con alterne vicende in ragione della sua “anzianità di servizio”, con direttori e solisti di fama internazionale. Dal 1997 al 2012 ha avuto come primo direttore il canadese Charles Olivieri Munroe, incarico poi ricoperto dall’italiano Scarano che vedremo sul podio.