Chiavenna intende dedicare il 2019 al ricordo del suo poeta, Giovanni Bertacchi, nel 150° anniversario della nascita, avvenuta il 9 febbraio 1869.

Il comitato

Un comitato apposito, con a capo il Centro di studi storici valchiavennaschi, che anch’esso quest’anno ha un anniversario da festeggiare, il 60° di attività, ha predisposto un fitto calendario, che si aprirà venerdì 4 gennaio alle 17 presso il salone del cinquecentesco palazzo Pestalozzi a Chiavenna con un appuntamento dedicato al poeta. Il presidente del Centro storico, Guido Scaramellini, parlerà di Bertacchi e ha letto alcune sue poesie intonate al Natale, in lingua e in dialetto.

Le celebrazioni per il giorno del compleanno

Due le manifestazioni per il 9 febbraio, giorno della nascita. Innanzi tutto sarà inaugurata, presso la “stüa” cinquecentesca di palazzo Pestalozzi, una mostra di ritratti del poeta, realizzati da Aldo Carpi, direttore dell’Accademia di Brera e amico di Bertacchi. Essa sarà accompagnata da un catalogo in distribuzione gratuita. Seguirà un appuntamento in omaggio a Bertacchi nella sala della filiale di Chiavenna della Banca Popolare di Sondrio, a lui dedicata, trovandosi nella stessa casa natale del poeta.

Il resto del programma

Una serie di conferenze pubbliche, non solo a Chiavenna, e di altre riservate ai vari ordini di scuole saranno assicurate da vari consiglieri e collaboratori del Centro di studi storici valchiavennaschi. Questo sodalizio, che nel 2019 ha anch’esso un anniversario da festeggiare, il 60° di attività, curerà per l’occasione l’edizione anastatica, con un fascicolo illustrativo, della raccolta più importante tra le nove pubblicate da Bertacchi: “Il canzoniere delle Api” edito la prima volta a Milano nel 1895. Mostre e concerti sono in programma a cura delle scuole dell’infanzia “Clyde Geronimi”, “Heinrich Pestalozzi” e “Immacolata”. Inoltre le scuole dell’obbligo sono impegnate nella preparazione di canti, scelti fra la trentina musicata da autori vari su versi di Bertacchi. Sono previste, durante l’anno, anche esibizioni della Musica cittadina, della Corale Laurenziana e del coro Nivalis. Infine saranno promosse visite guidate sui luoghi bertacchiani rivolte al pubblico e riservate alle scuole che ne faranno richiesta.