È scomparso a 88 anni Valentino Zoaldi. Il noto commerciante è deceduto nella notte tra sabato e domenica scorsi. I colleghi dell’Unione del Commercio e del Turismo si uniscono con profonda commozione al dolore dei familiari (tra cui la figlia Federica, titolare del negozio la Giraffa del capoluogo e attiva nel consiglio dell’Associazione Mandamentale di Sondrio) per la grave perdita.

Presidente della 50&Più

Dal luglio 2003 presidente della 50&Più della provincia di Sondrio, di cui era già stato vicepresidente, e membro del Consiglio generale dell’Unione del Commercio e del Turismo, Zoaldi si distingueva per le sue doti di cordialità, simpatia e capacità di fare gruppo nel suo ruolo di rappresentante di una delle categorie sempre in evidenza per dinamicità e livello di partecipazione a iniziative ed eventi.

Premuroso è pieno di entusiasmo

“Proprio Valentino era così premuroso e pieno di entusiasmo nel coinvolgere i soci della 50&Più nelle proposte dell’associazione, sempre pronto egli stesso a tenersi costantemente aggiornato, a seguire convegni e dibattiti, a motivare il suo direttivo e la sua base con nuove e interessanti proposte. E lo faceva con il suo sorriso e i suoi modi gentili, mai sopra le righe, altrettanto discreto quanto determinato e incisivo. Era convinto, infatti, dell’importanza delle persone non più giovani all’interno della società e non perdeva occasione per spronare a vivere l’età avanzata in modo il più possibile attivo e propositivo” ricordano dall’Unione CTS in una nota stampa diffusa oggi.

Leggi anche:  Il "triangolo" sarà pedonale tutte le sere

Oltre a essere presidente provinciale della 50&Più, Zoaldi rivestiva anche il ruolo di vicepresidente regionale della 50&Più Unione Regionale Lombardia, carica in cui era stato eletto nel 2012 e poi confermato nel 2014. In quello stesso anno era stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (la premiazione era avvenuta il 2 giugno 2015).

Valentino Zoaldi imprenditore

Ricco il suo curriculum di imprenditore: commerciante nel settore alimentare dal 1948 al 1995 con una propria attività – un piccolo negozio di alimentari, che negli anni era diventato con l’aiuto della moglie Linda (scomparsa due anni fa) uno dei principali esercizi della zona –, col tempo era divenuto anche socio del gruppo Arcev. Fu altresì cofondatore insieme al figlio della nota azienda Valmetal spa (specializzata nella commercializzazione e nella semilavorazione di prodotti siderurgici) situata a San Pietro Berbenno, comune dove Zoaldi era nato il 5 dicembre del 1929 e risiedeva.

I funerali si terranno nella Chiesa Parrocchiale di Berbenno alle 14.30 di domani, martedì 10 aprile. A tributargli l’estremo e commosso saluto anche la 50&Più e l’Unione del Commercio e del Turismo, che con lui perdono un importante punto di riferimento.