Il Minerals Day celebra quest’anno la sua settima edizione. A Lanzada presso lo stabilimento della Imi Fabi sono stati accolti molti studenti della scuola primaria. Diverse le attività dedicate ai bambini fra cui “L’angolo del giardiniere” con la presenza della naturalista dott.ssa Speziale volto a scoprire il sentiero della biodiversità e la messa a dimora di nuovi alberi, esplorando allo stesso tempo il mondo del talco nella suggestiva cornice della miniera di Brusada-Ponticelli-Valbrutta.

Minerals Day

Grazie all’assidua partecipazione delle industrie minerarie e delle associazioni di settore, il Minerals Day valorizza l’importanza assunta dai minerali funzionali nella vita quotidiana, annoverando presenze sempre più elevate nel corso dei vari anni. Il comparto minerario attua procedure in linea con le principali direttive sostenibili, creando così valore aggiunto mediante lo sviluppo di un’economia circolare volta a migliorare la performance di prodotto riducendo nel contempo gli sprechi, le emissioni di CO2 e preservando la biodiversità del territorio. Quest’anno in particolare, verrà posto l’accento sull’importanza economica che il settore minerario riveste nelle aree geografiche ove le attività estrattive sono realizzate . Tale settore vira infatti verso un’industria automatizzata le cui procedure di sicurezza sono di standard elevatissimo, i cui prodotti sono innovativi e le cui opportunità professionali sono altamente specializzate.

LEGGI ANCHE: Minerals Day a Lanzada: un viaggio nel cuore della montagna – Le FOTO

Cultura eco sostenibile

“Lo sviluppo di una cultura eco-sostenibile, risulta essere un obiettivo fondamentale per tutte le aziende che operano in ambito minerario e nel contesto socioeconomico odierno – asserisce Corrado Fabi, amministratore delegato del Gruppo IMI Fabi – a tale proposito, IMI Fabi ha sviluppato linee di prodotto volte a ridurre gli sprechi, aumentando la performance degli stessi manufatti in aree all’avanguardia; mercati non ancora maturi fino a qualche anno fa, che si stanno rivelando sempre più strategici e sostenibili nel decennio contemporaneo. Il dovere morale di rielaborare un modello di business che includa lo sviluppo sostenibile in ogni singolo processo, considerando anche l’ambito normativo futuro, diventa dunque basilare – prosegue Corrado Fabi – un valido aiuto in questo senso può essere conferito, per esempio dalla tecnologia 4.0, la quale permette di attuare un grado di automazione e controllo di processo tale da garantire la possibilità di concretizzare pratiche progressivamente eco-sostenibili. Il coinvolgimento delle parti sociali nella Responsabilità Sociale d’Impresa – conclude Corrado Fabi – è dunque imprescindibile per creare sinergia con il territorio, con l’obiettivo condiviso di raggiungere quanto prima i target previsti per il 2030 sulla riduzione di emissioni di CO2, sull’aumento dell’efficienza energetica e sull’incremento dell’ utilizzo di fonti rinnovabili”.

Leggi anche:  A Livigno è iniziata la stagione invernale

A Lanzada e Orani

Numerosi gli eventi previsti da IMI Fabi – azienda leader, sostenibile e globale nella produzione di minerali funzionali di talco – per questo Minerals Day, ove per l’occasione si prevedono visite guidate alla miniera di Sa’ Matta, Orani (NU) e di Brusada-Ponticelli-Valbrutta, Lanzada (SO) durante i giorni 20 e 21 settembre 2019.

La giornata si concluderà con la spettacolare esibizione del Coro del CAI Valmalenco diretto dal rinomato maestro Pegorari alle ore 20.30. Per il giorno 21 settembre sono invece previsti degli open days sia presso la Miniera di Sa’ Matta, Orani (NU) che presso la miniera di Brusada-Ponticelli-Valbrutta (su prenotazione). In concomitanza con il Minerals Day, IMI Fabi parteciperà anche al celebre evento “Cortes Apertas” ad Orani (NU), manifestazione dedicata all’artigianato, all’arte e alla cultura enogastronomica del loco (21 e 22 settembre 2019).