Ricordati i caduti.

Festa degli Alpini a Bormio

Come da tradizione, nella prima domenica di agosto, il Gruppo Alpini di Bormio ha ricordato i caduti di tutte le guerre presso il Sacrario dello Stelvio, alla terza cantoniera. Qui è stata posta la corona benedetta in memoria dei caduti, mentre la Filarmonica Bormiese ha intonato l’Inno di Mameli e la Leggenda del Piave. Anche quest’anno, vista la splendida giornata di sole, la messa è stata officiata all’aperto dal parroco di Bormio don Alessandro Alberti. Alla cerimonia erano presenti i gruppi Alpini coi loro gagliardetti, i rappresentanti di Carabinieri e Guarda di Finanza, il sindaco di Bormio Roberto Volpato, il viceprefetto di Sondrio Umberto Sorrentino e il coro La Baiona che si è esibito durante la cerimonia religiosa.

ANA

Il presidente della sezione ANA valtellinese Gianfranco Giambelli ha voluto ricordare l’alpino Cesare Lavizzari, ex consigliere nazionale, scomparso recentemente, soffermandosi poi sull’anniversario dei 100 anni della fondazione dell’Associazione Nazionale Alpini, fondata a Milano nel 1919, con la considerazione che i valori morali, civili e di solidarietà di allora rivivano ancora adesso. A seguire è stato distribuito ai numerosi simpatizzanti e turisti il rancio alpino accompagnato dalle allegre note della Filarmonica Bormiese.