Per mettere in sicurezza la parete rocciosa dalla quale si è staccata la frana caduta a Gallivaggio, frazione di San Giacomo Filippo (SO), ci vorrà almeno un mese. In questo periodo la strada statale 36 verrà tenuta chiusa salvo determinate fasce orarie nella quale sarà aperta alla circolazione sotto stretta sorveglianza da parte delle Forze dell’Ordine. Questo è quanto emerso  a seguito del sopralluogo effettuato con i rappresentanti delle istituzioni locali e i tecnici sull’area colpita dalla frana.

Fasce orarie di apertura per la Statale 36

“Durante il periodo di lavori il transito sulla strada statale 36 per Madesimo e Campodolcino sarà assicurato con l‘impiego delle forze dell’ordine, della polizia locale e dei tecnici, in tre fasce orarie, indicativamente dalle 6.00 alle 8.00, dalle 12.00 alle 14.00 e dalle 18.00 alle 20.00, così come concordato nella riunione di oggi pomeriggio coordinata dal Prefetto” ha dichiarato l’assessore regionale con delega agli Enti locali, montagna e piccoli comuni Massimo Sertori.

Frana a Gallivaggio

“Tra gli interventi prioritari che dovranno essere messi in campo nel più breve tempo possibile vi è la gestione controllata del distaccamento di materiale pericolante dalla parete rocciosa tramite l’utilizzo di micro-cariche, intervento che durerà circa un mese. Le risorse fino ad oggi stanziate da Regione Lombardia, che sono pari a 2 milioni di euro, verranno ridefinite per dare priorità difatti a questo intervento ed inoltre verrà garantito il supporto economico per i costi aggiuntivi del trasporto pubblico locale e delle opere di difesa del suolo” ha aggiunto l’assessore regionale.

Leggi anche:  Consumo di suolo: da noi non va poi così male

Aspetti sanitari

Per quanto riguarda la salute pubblica è stata confermata la presenza di autoambulanza e di elicottero. “Se la situazione dovesse diventare critica, una equipe medica rianimatoria sarà collocata stabilmente a Campodolcino” hanno fatto sapere dalla Prefettura.