Il cane più bello d’Italia vive a Lanzada. Si chiama London, è un Cavalier king charles spaniel e a 21 mesi ha già conquistato vari record nazionali di bellezza ricevendo decine di premi internazionali. Tanto che ora, si sta tirando a lucido per i mondiali in Germania.

Coccolato dai padroni

I suoi padroni, che lo coccolano, lo pettinano per bene e lo accompagnano sui palchi di tutta Europa, si chiamano Cosetta Lanfritto e suo marito Sergio Rocca e vivono in via Ronchetti, a Lanzada. Con loro anche la nipote Amelie, 12 anni, che si è così appassionata a questo mondo cinofilo che, lo scorso anno, aveva partecipato nella categoria Giovani conduttori ottenendo il terzo posto nel Campionato italiano. Ma la sfilza di medaglie prosegue anche con il secondo cane di razza, Myranda di 3 anni e mezzo, già vincitrice di due titoli di Campione di San Marino e Croazia.

In giro per l’Europa con il cane più bello d’Italia

«Dopo la pensione, abbiamo acquistato i due cagnolini ed abbiamo cominciato a partecipare a questi concorsi di bellezza in giro per l’Italia – racconta Sergio -. Nel frattempo abbiamo vinto tanti concorsi ed oggi stiamo girando anche l’Europa». London, infatti, il 24 settembre si è laureato Campione Croato, dopo aver conseguito ad Atina in provincia di Frosinone, il 17 settembre, il titolo di Campione Italiano di Bellezza e tutto questo a soli 21 mesi di età. «London ha strappato record e preso premi che solitamente li ottengono cani di tre anni di età – racconta entusiasta Cosetta -. Per il titolo di Campione Italiano ha dovuto vincere 6 esposizioni di cui 3 internazionali, 1 nazionale e 2 raduni o mostre speciali ottenendo 6 diversi Certificati di attitudine».

Leggi anche:  Ex-Scuole di Semogo: tanti al primo open-day

Grande passione

Ovviamente il cane fa la sua parte, ma a fare i sacrifici sono i due padroni che anche quando ritirano i premi non ricevono mai denaro o rimborsi spese, ma il tutto è spinto dalla passione. «Tutti i giorni lavo i cani, pulisco loro le orecchie, le zampe e li asciugo accuratamente – continua la donna -. Prima delle gare, invece, li porto anche a Saronno per la toelettatura e il giorno dell’esposizione mi alzo alle 4 del mattino per lavarli e pettinarli. Sono tanti sacrifici ma siamo molto contenti perché incontriamo sempre nuovi amici e visitiamo posti nuovi in tutta Europa». La prossima trasferta sarà a Lipsia, in Germania, il 10 novembre per i Campionati mondiali.