Venerdì 10 maggio ha debuttato “ Musica da Cucina” di Fabio Bonelli in occasione di Mani in pasta.

Suoni comuni diventano musica

Difficile far entrare il “classico spillo” nella sala esposizione Gf Fioroni ad Ardenno dove il musicista ha concluso il suo tour de force iniziato in mattinata con gli ospiti de “ I Prati” di Regoledo, continuato nel pomeriggio con dipendenti, responsabili, collaboratori di Fioroni e Coalca Service e concluso con la performance serale aperta a tutte le persone interessate. Una esibizione con chitarra e clarinetto più coperchi, pentoline e pentoloni, bollitori, imbuti, mestoli, foglio d’alluminio, piattini che ha dato origine ad una suggestiva ambient-music dove le note di chitarra e clarinetto si sono spesso avvalse del tappeto sonoro creato dai vari oggetti casalinghi che Bonelli ha sfiorato, strusciato, accarezzato, percosso, vi ha soffiato dentro perfino il rumore del vapore uscito dal bollitore, lo sfrigolio di una piastra elettrica sono stati “interpretati” come elementi sonori e assemblati dentro un brano musicale.

LEGGI ANCHE: Adunata Alpini Milano 2019: percorso, programma e primi VIDEO

Mani in pasta

Festa anche per i piccolini che prima hanno esplorato divani, tavoli,sedie, arredamenti vari e poi, seduti per terra o in poltrona, fra le braccia dei genitori, hanno apprezzato con attenzione lo spettacolo offerto, chissà mai che qualcuno di loro non voglia cimentarsi con il pentolame di casa propria, per la gioia dei genitori, sulle orme del Fabio Bonelli. “Per il gruppo operativo di “Mani in pasta….” , in cui sono presenti esponenti di associazioni “senza fine di lucro”, si è trattata di una importante verifica sulla possibilità di inter-reagire fra mondo non profit e profit che possono essere fra loro complementari. Questa prima azione pensata e completata di comune accordo, ha reso possibile un’offerta ludico/culturale per varie categorie di cittadini che, viceversa, non ne avrebbero potuto usufruire. Ora al lavoro per un secondo step e per una nuova azione che metta a confronto i partner di Mani in Pasta…” con le “forze vive” dell’economia locale” ha commentato il responsabile, William Vaninetti.