E’ stata approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore agli Enti locali, Montagna, Piccoli Comuni e Risorse energetiche Massimo Sertori, una nuova misura di incentivazione a favore della diffusione dei sistemi di accumulo dell’energia da impianti fotovoltaici per favorire l’aumento del consumo in loco.

Nuovo bando

Il sistema di accumulo consiste in un insieme di dispositivi, apparecchiature e logiche di controllo funzionali ad assorbire e rilasciare energia elettrica per funzionare in maniera parallela con la rete di distribuzione. Il nuovo bando previsto dalla Giunta mette a
disposizione 4,4 milioni di euro e prevede una doppia finestra temporale per l’erogazione dei contributi su due anni, per il 2019 e il 2020.

Uso più efficente dell’energia

“Si tratta della terza edizione del bando – ha sottolineato l’assessore Sertori – rivolto a privati cittadini residenti in Lombardia, che hanno già installato un impianto fotovoltaico, o che sono intenzionati ad acquistarlo integrato con sistemi di accumulo di energia elettrica. L’obiettivo è, ancora una volta, sulla scia del successo e dell’esperienza maturata nelle edizioni precedenti, di aumentare l’autoconsumo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili locali”.

Leggi anche:  Difesa del suolo: boom di domande per il bando regionale

Abbattimento costi

“Oltre alla possibilità di mettere in rete l’energia prodotta e non consumata, – ha spiegato – il bando accumulo consentirà di immagazzinare una parte dell’energia prodotta da impianto fotovoltaico e darà maggior beneficio ai cittadini, abbattendo i costi in bolletta”.

Regione anticipa mercato

“Regione Lombardia – ha concluso Sertori – anticipa ancora una volta il mercato, investendo risorse importanti, con una misura che auspico si potrà esportare in tutto il territorio nazionale”.