Domani a Bormio

La resistenza al nazifascismo, una storia europea

74° anniversario della liberazione domani 24 aprile presso l’Istituto Alberti. Alle 10 apertura e saluto alle rappresentanze istituzionali. Intervento del sindaco di Bormio. Alle 10.15 “La valigia di Dora”: una ragazza ebrea catturata mentre tenta la fuga in Svizzera lascia i suoi ricordi ad una giovane di Bormio che la conserva per 70 anni. L’incredibile storia ricostruita dagli studenti dell’Istituto Alberti. Ore 10.35 testimonianze ed episodi della resistenza in Valtellina a cura degli studenti dell’Istituto Alberti. Alle 11, La resistenza al nazifascismo, un movimento Europeo. Episodi della guerra di liberazione in Francia a cura dei “maquis” (partigiani) de l’Alpe d’Huez ospiti a Bormio. Alle 11.30 Le brigate partigiane in Alta Valtellina. Presentazione dei luoghi e delle principali azioni a cura della Associazione Nazionale Partigiani di Sondrio e ISSREC.

Pomeriggio

Alle ore 15 trasferimento a Cancano e visita alle basi operative dei partigiani in Alta Valtellina. Sono invitati a partecipare le amministrazioni comunali della Media e Alta Valle con i loro gonfaloni, le autorità civili e religiose, le associazioni combattentistiche d’Arma e democratiche e tutti i cittadini. Alla manifestazione sarà presente anche una delegazione de l’Alpe d’Huez (città gemellata con Bormio) composta da studenti e rappresentanti dei maquis (partigiani) francesi che nello stesso periodo storico hanno lottato sulle montagne di Francia affiancati da molti esuli italiani. Il 25 aprile alle 16.30 omaggio floreale e benedizione ai caduti della guerra di resistenza al cimitero di Bormio