Sabato scorso a Sondalo.

La Sagra del Cornàt si conferma un grande successo

Sabato 20 luglio si è svolta a Sondalo la VII edizione della sagra del Cornàt che ha visto la partecipazione di un migliaio di persone, compresi molti turisti, accorsi alla tensostruttura della cittadella dello sport, per gustare uno dei piatti della tradizione gastronomica valtellinese. Un grande successo per una manifestazione che, nel corso degli anni, ha saputo ritagliarsi il meritato spazio e riconoscimento nel ricco calendario di sagre e feste legate ai sapori locale. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione Gli Sgangherati Giovani Frontale in collaborazione con l’associazione Li Simenza Giovani Sondalo, il Gruppo Alpini Sondalo, i volontari del Mato Grosso di Grosio, gruppo Le Cognate e A.P.T. Sondalo, con il patrocinio dell’amministrazione comunale.

Gruppo di lavoro

Un grande gruppo di lavoro, più di 30 volontari, hanno saputo unirsi e collaborare per proporre al pubblico e ai numerosi turisti, una serata dal sapore tutto Made in Valtellina. Sono stati distribuiti circa 1200 piatti di cornàt, suddivisi in salati e dolci: il cornàt in padela, (tipico di Frontale) con patate, la Fiadarda con formaggio, il cornàt su la piata servito con marmellata e il cornàt con i pom (mele), accompagnati dal tradizionale caffè del pignatin. Durante l’intera manifestazione è stata servita la birra artigianale valtellinese prodotta dal birrificio Revertis di Caiolo che ben si sposava con il gusto tradizionale dei cornat. Oltre alla cena, spazio anche alla buona musica.

Leggi anche:  Coscrittiadi per 400

Commento

Molto soddisfatti gli organizzatori per il successo della sagra: “E’ stata una serata impegnativa, ripagata dalla numerosa partecipazione delle persone accorse per gustare uno dei piatti simbolo della gastronomia locale – dichiara la presidente del sodalizio di Frontale, Alexandra Ricetti a nome di tutto lo staff – noi tutti ci abbiamo messo tanta passione per allestire al meglio la sagra e far rivivere tradizione. Ringrazio tutti gli intervenuti, i volontari per la preziosa collaborazione, gli
espositori dei mercatini che hanno accolto il nostro invito, i musicisti e tutti coloro che hanno apprezzato la semplicità della serata”.