La Santanchè ospite a Sondrio.  La politica e imprenditrice italiana è stata invitata da Fratelli d’Italia ieri, venerdì 18 maggio, all’incontro per la presentazione della lista che sostiene la candidatura di Marco Scaramellini a sindaco del capoluogo.

Daniela Santanchè ospite a Sondrio

La politica e imprenditrice Daniela Santanchè è stata invitata a presenziare all’incontro voluto da Fratelli d’Italia per la presentazione della propria lista di candidati consiglieri in vista delle elezioni del 10 giugno a Sondrio. La “pitonessa”, come è stata soprannominata, ha esordito dicendosi felice nel vedere le persone presenti in Sala Besta, segno che “ci sono interesse per la propria città e passione. Ed è proprio la passione che dà forza agli eventi”. “Mi piace essere una squadra – ha proseguito – E qui a Sondrio c’è una squadra del centrodestra in cui noi crediamo molto e mi riferisco, oltre che a Fratelli d’Italia, a Lega e a Forza Italia: il perimetro scelto alle elezioni del 4 marzo. Posso quindi dire che sono qui con orgoglio”.

“Sondrio ha bisogno di riscatto”

“Sondrio ha bisogno di riscatto”. La Santanchè ha sottolineato che “un principio fondante della democrazia è l’alternanza”. E rivolgendosi ai candidati in sala ha fatto questo appello: “Dovete far capire ai sondriesi che si può stare meglio di così”. “Perché votare Fratelli d’Italia?” ha domandato. “Per molti motivi – ha spiegato – Ma prima di tutto perché noi crediamo nella famiglia naturale, quella formata dalla coppia di un uomo e una donna. Inoltre FdI non ha mai piegato la testa. Ha mantenuto viva la storia della Destra nel nostro Paese grazie a Giorgia Meloni.

Leggi anche:  Fuma uno spinello in faccia ai Carabinieri, valtellinese nei guai

“Vogliamo un mondo normale”

“Siamo persone normali che vogliamo un mondo normale, dove non vi siano spacciatori di morte fuori dalle scuole, dove una donna possa sentirsi al sicuro anche quando esce da sola alla sera, dove i pensionati che ritirano i soldi alla Posta non debbano temere di essere derubati”. E ancora: “Non promettiamo tanto, ma promettiamo di esserci, ognuno può contare su di noi. Vi proponiamo l’amore per la comunità, l’attenzione agli ultimi, non vendiamo fumo”. Ed infine un appello: “Lavorate per vincere”.