Ieri Lunedì 1 aprile si è tenuta la Colazione Gourmand stellata in alta quota a Livigno: Alessandro Gilmozzi, Alessandro Negrini, Stefano Masanti, Giancarlo Morelli, Claudio Prandi e Maurizio Valli si sono riuniti nella suggestiva location, che tra sculture di ghiaccio personalizzate, coltri di candida neve e tavoli imbanditi, ha accolto l’evento.

Sunrise Mattias

Sunrise Mattias, è stato organizzato in ricordo dello Chef scomparso Mattias Peri, primo chef Valtellinese a ricevere la stella Michelin nel 2009. L’evento è iniziato ancor prima dell’alba, quando tutti i partecipanti, a piedi, con le ciaspole o con gli sci d’alpinismo si sono incamminati in mezzo alla natura e sotto il cielo terso per raggiungere il “Plan Dali Carboneira” la location dell’evento, sito sulle piste da sci di Carosello 3000. La vista mozzafiato sulle Alpi italiane ha accolto gli ospiti per la lezione di Yoga condotta da Karen Pizzinini, che ha dato il via all’evento tra il silenzio emozionante che ha preceduto il sorgere del sole.

LEGGI ANCHE: Apertura anticipata per il Mottolino a Livigno

Menù gourmand livignasco

A seguire, i partecipanti si sono dedicati alla degustazione di un menù gourmand livignasco, suddiviso tra diverse postazioni riconoscibili grazie alle meravigliose sculture personalizzate realizzate dall’artista Vania Cusini, che tra nomi incisi, onde e forme di ghiaccio ha donato unicità ad ogni angolo della Location.

Il tour enogastronomico d’eccellenza ha visto specialità di alta cucina e valtellinesi preparate ad hoc per l’occasione dagli Chef presenti:

– Il cappuccino d’autore di Maurizio Valli (Bergamo): il “Cappurange” è una spremuta d’arancia molto dolce montata a trama fine come la schiuma del cappuccino. La base è sempre il caffè espresso, selezionato in base alle note di cioccolato, con un leggero topping di cannella.

Leggi anche:  Sondrio in festa per la Repubblica VIDEO

Colomba dolce di Polenta di Alessandro Gilmozzi (El Molin di Cavalese, 1 stella Michelin). Con questo piatto, lo chef ha voluto anticipare la Pasqua, festività che vanta tra i suoi simboli la Colomba, che si eleva in questa occasione in ricordo di Mattias Peri.

Panino con Ragù di Giancarlo Morelli (Pomiroeu di Seregno, 1 stella Michelin), lo chef ha voluto presentare una colazione che ricordasse le suo origini Bergamasche, ma declinata sul territorio del Piccolo Tibet. Del pane riscaldato su pioda impastato con farine BIO della Valtellina, con crema di parmigiano, un ripieno di casoncello e verza fermentata (come si cucinava una volta), ha deliziato gli ospiti con un appetitoso panino gourmet.

Pan Bidul e Ciocolat di Alessandro Negrini (Il Luogo di Aimo e Naida di Milano, 2 stelle Michelin): il semplice pane burro e cioccolato in versione rivisitata livignasca con chiave gourmet. Lo Chef ha voluto realizzare un piatto semplice che richiamasse la colazione tipica di montagna, per accogliere gli ospiti e confortarli con del cioccolato caldo. L’idea del piatto semplice è nata per armonizzare le diverse portate presentate, che grazie alla collaborazione dei diversi Chef è come se avesse preso il “La” un’orchestra in onore di Mattias.

Uovo alla Medesimima di Stefano Masanti (Il Cantinone di Madesimo, 1 stella Michelin): una versione speciale delle uova. Lo Chef ama la cucina di territorio, rivisitata alla sua maniera, grazie agli spunti ed alle tecniche acquisite durante i suoi viaggi in giro per il mondo. L’uovo, tipico da colazione proteica, con della crema di castagne di Samolaco in Valtellina, della marmellata di frutti rossi tipici di montagna e crema di formaggio Valtellina Casera DOP.