Per la prima volta a vincere l’ambita corona del concorso di bellezza più importante d’Italia è una ragazza pavese. Con Carolina Stramare, la Lombardia conquista il titolo per l’undicesima volta nella storia del Concorso. Ultima prima di lei Rosangela Bessi, che aveva conquistato la fascia 29 anni fa, nel 1990. Assieme alla Sicilia la Lombardia è la Regione che ha collezionato il maggior numero di titoli.

LEGGI ANCHE: Tutte le altre miss in gara

La Lombardia vince Miss Italia 2019

Quest’anno la bellissima Carolina Stramare ha battuto tutte le altre ragazze, lasciando senza fiato pubblico e giudici.

Per la prima volta a vincere l’ambita corona del concorso di bellezza più importante d’Italia è una ragazza pavese. Con Carolina Stramare, la Lombardia conquista il titolo per l’undicesima volta nella storia del Concorso. Ultima prima di lei Rosangela Bessi, che aveva conquistato la fascia 29 anni fa, nel 1990. Assieme alla Sicilia la Lombardia è la Regione che ha collezionato il maggior numero di titoli.

Leggi anche:  Dono di Canti, una serata speciale

La Lombardia vince Miss Italia 2019

Quest’anno la bellissima Carolina Stramare ha battuto tutte le altre ragazze, lasciando senza fiato pubblico e giudici.

Dopo essere sempre stata votata al televoto, all’ultimo è stata inizialmente eliminata per poi essere ripescata dalla giuria delle “Miss storiche” che aveva diritto a riportare in finale una delle concorrenti eliminate e che l’ha scelta per comporre la “squadra” delle finaliste: da 10 a 2 concorrenti, Carolina, Per la prima volta nella storia di Miss Italia, ha vinto la corona esclusivamente grazie al televoto.

La proclamazione

La decisione è arrivata poco dopo l’1.30 di questa notte, ed è stata un’emozione fortissima per tutti quelli che hanno seguito l’annuale concorso e che conoscono la meravigliosa Carolina

E stata un’esperienza unica e si è conclusa nel migliore dei modi e me la porterò sempre nel cuore

ha detto lei subito dopo la proclamazione, portando orgogliosamente la sua corona brillante in testa e con un enorme mazzo di fiori in mano.