Un cittadino valtellinese accusa il sistema sanitario provinciale.

“Potevo rischiare gravi danni”

«Sono andato al Pronto soccorso per una scheggia nell’occhio e sono stato rimandato a casa senza essere curato. Potevo rischiare di perdere la vista». E’ pesante l’accusa che un valtellinese lancia contro il sistema sanitario provinciale. L’uomo si è rivolto al Pronto soccorso dell’ospedale di Sondrio: “Avevo tanto dolore, non riuscivo più ad aprire l’occhio, che mi lacrimava molto e si era arrossato, ma l’oculista quel giorno a quell’ora serale non c’era e così mi hanno dimesso”. L’Asst si difende.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA OGGI, SABATO 16 MARZO, IL SERVIZIO COMPLETO.