Molte magliette rosse hanno animato piazza sant’antonio questa mattina a Morbegno. Ad aderire all’iniziativa nazionale e ad organizzarla nella città del Bitto è stato Don Diego Fognini, sacerdote da sempre attivo nel sociale salito agli onori di cronaca dopo aver esternato la sua contrarietà nei confronti del Ministro Salvini e l sua politica sui migranti.

Magliette rosse a Morbegno

“E’ andata abbastanza bene, era la prima volta in una cittadina come Morbegno che si faquesto tipo manifestazione – racconta a caldo Don Fognini – è passata parecchia gente, ma pochi giovani, e questo è un segno non bello”. Un po’ di rammarico nelle parole del sacerdote che osserva, “molte le critiche che ho ricevuto soprattutto attraverso i social dopo la lettera che ho scritto criticando la politica del governo nei confronti dei flussi migratori dall’Africa, queste arrivavano soprattutto da giovani che però oggi non ho visto”.

Appello ai giovani

“Il mio appello a loro e a tutte le persone è di cominciare a pensare con la propria testa e a non limitarsi agli slogan, questi sono ben lontani da essere “Idee”. Le idee sono necessarie per costruire un sano futuro e nella società del nostro tempo scarseggiano, quindi chiedo ai ragazzi di andare oltre alle parole e a riflettere davvero andando oltre a quanto ascoltano dai mass media” aggiunge Don Diego che conclude “continuerò a seminare con iniziative di questo genere così da riuscire a far capire ai giovani quanto sia importante ragionare con la propria testa”.