Tempistiche rispettate

“E’ giunto con grande tempismo da parte del Governo il provvedimento che dara’ una boccata d’ossigeno ai territori colpiti dai recenti episodi di maltempo e per i quali Regione Lombardia si era immediatamente attivata per la richiesta di ‘stato di emergenza’ di rilievo nazionale”. Cosi’ il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha commentato la deliberazione da parte del Consiglio dei ministri della dichiarazione dello stato di emergenza nei territori delle province di Brescia, Lecco e  Sondrio, interessati dagli eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni 11 e 12 giugno scorsi, stanziando i primi 5 milioni di euro per l’avvio delle prime attivita’ di protezione civile.

“Per il superamento delle situazioni di maggiore criticita’ legate agli eventi calamitosi Regione Lombardia, da parte sua -ha ricordato il presidente – ha, nel frattempo, garantito l’attivazione degli interventi necessari per far fronte alle emergenze prioritarie e rispristinare la normalita’ nei territori”.

Stanziamento iniziale per le opere di pronto intervento

A sostegno dei Comuni colpiti dalle calamita’ naturali, Regione ha previsto la totale copertura delle spese sostenute per i lavori di pronto intervento per i Comuni fino a 5.000 abitanti e la copertura all’80 per cento delle spese sostenute per i lavori di pronto intervento per i Comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti.

Leggi anche:  Valfurva abbandonata da 20 anni

“Si tratta – ha sottolineato l’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni – di un importante iniziale stanziamento per le opere di primo intervento al quale dovranno seguire ulteriori somme, che si aggiunge a quanto gia’ garantito da Regione Lombardia per le attivazioni di interventi di somma urgenza”.

 

LEGGI ANCHE:In Valtellina milioni di danni per il maltempo in attesa dello stato di emergenza

 

“Ringrazio – ha proseguito Foroni – il Governo e il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, per la grande attenzione sin qui dimostrata. Sono stati gia’ eseguiti o sono in corso di esecuzione – ha continuato – lavori per 2,3 milioni per opere di pronto intervento individuate di concerto con gli enti locali. Altre partiranno subito o nei prossimi mesi. Tempi dunque assolutamente rispettati sia da Regione che da Governo”.

“Ci auguriamo, e la nostra attenzione non diminuira’ – ha concluso Foroni – che nelle prossime settimane l’iter continui e arrivino al piu’ presto ulteriori stanziamenti necessari per far fronte a tutte le situazioni di emergenza causate dai fenomeni di maltempo che hanno colpito duramente la nostra regione nei mesi di maggio e di giugno