L’alpinista estremo, guida alpina e formatore Marco Confortola racconterà la drammatica salita al K2, la seconda montagna più alta della terra.

Una serata con Marco Confortola a Valfurva

L’appuntamento è per la serata di lunedì 13 agosto. Si terrà nella piazzetta Magliavaca di Santa Caterina Valfurva a partire dalle ore 21. La conquista della vetta del K2 da parte dell’Alpinista della Valfurva risale all’1  agosto 2008. Attraverso i racconti, le immagini e i filmati proiettati su un mega schermo, Marco ripercorrerà la sua avventura sulla montagna che “gli ha segnato corpo e anima”. Le immagini del K2 saranno accompagnate dalla musica al pianoforte del maestro Michele Masserano.

K2: una tragedia infinita

Marco Confortola fu protagonista di quei tragici giorni che si vissero tra l’1 e il 2 agosto del 2008. Per una serie di concause, in quei drammatici giorni persero la vita 11 alpinisti, che facevano parte di diverse spedizioni. I superstiti, tra i quali appunto il valtellinese, si prodigarono per cercare di salvare i colleghi in difficoltà, tra freddo e maltempo che li hanno segnati – anche nel fisico – per sempre. Una pagina drammatica dell’alpinismo che oggi rivive a dieci anni di distanza.

Leggi anche:  Vivi le notti a Tirano fa il bis

Non solo K2 nella serata di Santa Caterina

Durante la serata Marco Confortola presenterà la sua ultima ascensione alla vetta himalayana del Kanchenjunga (8586 mt) nel maggio 2018 e presenterà il suo ultimo libro “Il Cacciatore di 8.000 – La sfida alle montagne più alte del mondo”. Marco ne ha già scalate 10 ed è deciso a conquistare le altre 4 che mancano alla sua “collezione degli Ottomila”.