Con i provvedimenti adottati in questi giorni l’ASST della Valtellina e dell’Alto Lario ha dato corso ad ulteriori in particolare: 17 infermieri, 16 Operatori Socio Sanitari (OSS), 6 ostetriche e la decima unità di personale amministrativo (9 già assunte nelle scorse settimane e 1 in data odierna), per complessive 40 unità.

Nuove assunzioni per l’ASST ValtLario

“Nei prossimi mesi proseguiranno le assunzioni a copertura del fabbisogno aziendale, puntando alla stabilizzazione del personale a tempo determinato, anche attingendo, come da indicazioni ormai consolidate, alle graduatorie utili delle altre aziende del Sistema Socio Sanitario Regionale” fa sapere l’azienda ospedaliera tramite una nota stampa diffusa oggi.

“Il nuovo personale, al termine del necessario periodo formativo, sarà immediatamente operativo e servirà a potenziare sia i Poli ospedalieri, sia l’area dell’Emergenza Urgenza (AREU), sia le attività sul Territorio confluite in Azienda a seguito della Legge di evoluzione del Sistema Socio Sanitario Lombardo. Con questi nuovi provvedimenti sale a 511 il numero complessivo delle assunzioni di ruolo effettuate da ASST ValtLario nel triennio 2016/2018” continuano nel comunicato.

Leggi anche:  Edizione numero 40 per il Folgore

40 nuove figure

“L’assunzione di queste 40 nuove figure – dichiara Guido Broich, direttore sanitario di Asst ValtLario – rappresenta una boccata d’ossigeno per l’Azienda e si tradurranno in una migliore qualità nonché continuità dell’assistenza ai pazienti, nell’ottica del supporto fondamentale per il buon funzionamento dei servizi aziendali”.

“Con queste ulteriori assunzioni – conclude Rosella Petrali, direttore socio sanitario di Asst – l’Azienda garantisce il mantenimento dei già buoni livelli di risposta assistenziale ai diversi bisogni della nostra popolazione”.