“Non solo le istituzioni e tutti coloro che, a vario titolo, vivono da vicino il percorso di questa candidatura, ma anche i milanesi, i lombardi, i veneti e più in generale gli italiani, hanno compreso l’importanza di raggiungere questo traguardo. Le sensazioni sono positive, ma ora è vietato abbassare la guardia. Anzi da qui a giugno dobbiamo serrare le fila per una volata finale che deve vederci vincitori”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, intervenendo a Palazzo Marino alla conferenza stampa per la chiusura della visita in Italia della Commissione di valutazione del Cio per la candidatura Milano-Cortina alle Olimpiadi invernali 2026.

Massima collaborazione

Il governatore della Lombardia ha quindi sottolineato quanto “sia importante l’intervento del Governo che ieri, attraverso il vicepremier e ministro dell’Interno e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, ha confermato piena sintonia e massima collaborazione per arrivare a centrare un obiettivo storico”. “Avanti tutta, dunque con la ‘squadra-Italia’ – ha concluso il presidente della Lombardia – con la certezza che ognuno farà il possibile per portare in Italia la fiaccola olimpica”.

Leggi anche:  "Serve subito una legge per le Olimpiadi 2026"

LEGGI ANCHE: Olimpiadi 2026, il discorso di Fontana ai commissari Cio