“E’ un evento importantissimo per l’Italia intera e non solo per la Lombardia o per il Veneto, è giusto quindi che tutti recitino la propria parte per raggiungere l’obiettivo finale”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, nell’ambito della conferenza stampa tenutasi oggi a Venezia, a Palazzo Balbi, dopo l’incontro con il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e i sindaci di Milano, Giuseppe Sala, e di Cortina, Gianpietro Ghedina, sul tema delle Olimpiadi Mialno-Cortina del 2026.

Fiducia

“Noi – ha proseguito il presidente Fontana guardando agli aspetti che riguardano il finanziamento della manifestazione –  attendiamo fiduciosi che il Governo possa cambiare decisione, in ogni caso, per il bene del Paese e delle nostre Regioni, andiamo avanti perchè crediamo di poter comunque coprire le garanzie richieste”.

Massimo impegno per le Olimpiadi Milano-Cortina

Il presidente Fontana ha quindi sottolineato che “dopo aver fatto questo primo importante passo avanti, bisogna ora mettere a disposizione tutte le forze disponibili iniziando i percorsi successivi”.

Leggi anche:  Olimpiadi 2026: “Il sogno è un collegamento ferroviario fino a Bormio”

“Credo – ha aggiunto il governatore della Lombardia – che il nostro dossier sia sicuramente molto competitivo, perchè mette insieme eccellenze uniche, come Cortina, la Valtellina e Milano. Eccellenze che gli altri competitori faranno fatica ad eguagliare. Una proposta, la nostra, che –  è sempre giusto e doveroso ricordarlo – prevede anche indicazioni importanti e qualificate anche per quanto riguarda i ‘Giochi Paralimpici Invernali’, ai quali guardiamo con grande attenzione e interesse”.

“Un clima, dunque – ha concluso Fontana –  di grandissima coesione e collaborazione ne quale sarà facile lavorare insieme”

LEGGI ANCHE:

Olimpiadi Invernali 2026, il M5S: Non siano un’altra ExpO

Olimpiadi Invernali 2026: ufficiale la candidatura lombardo-veneta

Caos olimpiadi: Torino lascia ma Valtellina, Milano e Cortina vanno avanti