Il 19 a Morbegno.

Orchestra di Fiati della Valtellina, concerto numero 200

L’Orchestra di Fiati della Valtellina, gruppo fondato nel 1991 e in cui suonano, o hanno suonato, la maggior parte degli strumentisti valtellinesi (oltre 200 in 28 anni, diversi dei quali divenuti professionisti), darà a Morbegno, il 19 luglio, il proprio 200° concerto. Anche durante questo concerto verrà data una prima europea: quella di Ladder to the Moon dell’americano Michael Daugherty, col violino solista di Elia Senese, grazie alla collaborazione con la Civica Scuola di Musica Danza e Teatro della Provincia di Sondrio, dove Senese è insegnante.

La luna

Il concerto ha per titolo “Una scala verso la luna” nel 50° anniversario della spedizione lunare, e vedrà sul palco dell’auditorium di Morbegno la versione cameristica dell’Orchestra, denominata Fiati di Valtellina, composta da 12 esecutori: 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, contrabbasso e percussioni. In programma musiche di Gioachino Rossini (La scala di seta), Edward Elgar (Serenade), Claude Debussy (Petite Suite), Maurice Ravel (Pavane) e, come si è detto, Ladder to the Moon, concerto per violino e fiati, di Michael Daugherty.

Della Fonte

Alla direzione, come (quasi) sempre, Lorenzo Della Fonte, musicista, docente (insegna e dirige ai Conservatori di Torino, Messina e Sassari) e scrittore: è in uscita il suo quarto romanzo, dal titolo Il codice Debussy. L’esecuzione dei brani sarà alternata alla lettura di poesie, o frammenti di esse, dedicate alla Luna da Saffo, Leopardi, D’Annunzio, Montale e Rodari a cura di Gabriella Mascadri, vice-presidente e anima gestionale, insieme al presidente Enzo Venini di Colico, dell’OFV. Il concerto è incluso nel programma della mostra “50 anni dal primo uomo sulla luna”, allestita da “è Valtellina” in S. Antonio dal 19 al 23 luglio, e sarà replicato il 28 settembre presso la nuova sede della Civica Scuola di Musica di Sondrio.

Stagione

Ma sta per prendere il via anche la stagione dell’organico sinfonico OFV, forte di 55 elementi: il 21 luglio a Vaprio d’Adda, il 26 a Milano (Castello Sforzesco), il 27 a Berbenno (chiesa di S. Pietro) e il 5 ottobre di nuovo a Morbegno, saranno eseguiti due interessanti programmi dedicati alla figura di Leonardo da Vinci, di cui ricorre il 500° anniversario della scomparsa. Dei 200 concerti, l’OFV ne ha tenuti 21 in 6 Paesi esteri (Svizzera, Spagna, Austria, Olanda, Germania e Francia), e gli altri in 5 regioni italiane: Lombardia, Piemonte, Trentino, Valle D’Aosta e Umbria, per un totale di 12 Province. In Provincia di Sondrio ha toccato finora 139 concerti dati in 31 Comuni, alla testa dei quali ci sono naturalmente Morbegno (34) e Sondrio (22), seguiti da Sondalo e Berbenno (10), dimostrandosi così lo strumento di divulgazione (e educazione) musicale più importante e costante della zona.