Avere un maggiore turn-over delle auto in stallo e garantire, finalmente, la possibilità ai pendolari e a chi deve prendere il treno di trovare parcheggio nei pressi della stazione. Sono questi gli obiettivi che hanno spinto la Giunta comunale ad adottare una delibera con la quale sono state previste tariffe, poco più che simboliche, per il parcheggio di via Tonale.

Situazione inaccettabile

“La situazione non era più accettabile per la presenza di auto parcheggiate per lunghi periodi, con gli stalli, soprattutto quelli nel piano coperto, utilizzati come fossero autorimesse – spiega l’assessore ad Urbanistica, Mobilità e Ambiente, Carlo Mazza -. Per i pendolari e, comunque, per chi deve prendere il treno risulta quasi impossibile trovare un posto libero per parcheggiare l’auto. L’unico modo per garantire il ricambio e tenere monitorata la situazione è quello di introdurre il pagamento, e, a dimostrazione che l’intento della Giunta non è affatto quello di “fare cassa”, si tratta di una cifra molto contenuta”.

Tariffe

Infatti, è prevista una tariffa oraria di 0,50 euro, con un massimo di 2,50 euro per l’intera giornata, dal lunedì al venerdì e e solo fino alle ore 17. Saranno disponibili per i pendolari abbonamenti gratuiti. “In questo modo – ribadisce Carlo Mazza – i pendolari potranno parcheggiare gratuitamente e chi ha necessità di lasciare l’auto per qualche ora, o per tutta una giornata, spenderà cifre inferiori rispetto agli altri parcheggi cittadini. Per chi, poi, proviene da fuori Sondrio per motivi lavorativi sono disponibili comunque diversi altri parcheggi gratuiti in zona”.

Leggi anche:  Ecco i nomi dei nuovi direttori generali di Ats, Asst e Irccs

Parcheggi a Sondrio

Davanti al Policampus restano liberi 43 posti, oltre a 77 nel parcheggio Marzotto dietro al distributore di carburante, entrambi sempre aperti e senza limitazioni. Poi, in via Samaden sono a disposizione 24 stalli davanti alla Cassa Edile, e presto il parcheggio verrà ampliato con ulteriori 16 stalli. Infine, sono 258 i posteggi disponibili sotto il Cinema multisala nell’area Carini, gratuiti per le prime due ore e che prevedono poi una tariffa di 0.45 euro all’ora.

Nuovo studio sul piano tariffario urbano

“Nel 2019 – conclude l’assessore – daremo avvio allo studio per il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano e verrà riorganizzato il Trasporto Pubblico Locale; l’esito di questi importanti interventi avrà un significativo impatto anche sull’organizzazione delle aree di sosta, che pertanto verranno ridefinite e adeguate. Pertanto l’attuale impostazione non è definitiva, mentre consentirà all’Amministrazione di raccogliere dati utili per una riorganizzazione più razionale dell’intero sistema”.