Pendolari furiosi: treni in ritardo e guasti anche stamattina sulle linee Trenord.

Pendolari furiosi: treni in ritardo e guasti anche stamattina su Trenord

Ancora disagi sui convogli di Trenord, già lamentati dai viaggiatori per il lungo sciopero in programma ieri, dalle 3 del mattino fino alle 2 di oggi. Secondo le comunicazioni di Trenord, fino alle 17 di ieri ha circolato un treno su tre. Nessuna fascia di garanzia prevista, considerando che lo sciopero è stato programmato in una giornata festiva.

Sciopero finito ma i disagi proseguono

Una protesta, indetta dal sindacato Orsa per le condizioni contrattuali, turni, ferie e trasferimenti, che pare non essere terminata oggi per molti viaggiatori che stanno lamentando, nonostante lo sciopero sia finito, pessime condizioni sui treni. Il treno partito da Seregno, e non Saronno come da programma, è arrivato a Lissone con quasi 20 minuti di ritardo e le ultime quattro carrozze chiuse, come denunciano i pendolari sui gruppi Facebook, mentre altri treni sono stati cancellati, ulteriori tratte hanno ritardi di oltre un’ora.

Treni in ritardo: un guasto a un treno merci tra le possibili cause

Secondo le informazioni che circolano, uno dei problemi sarebbe riconducibile a un treno merci guasto che ha causato rallentamenti. Ma il merci non spiega “le chiusure delle carrozze, considerate inagibili per non si sa quali motivi, e la cancellazione del treno arrivato a Monza”. Pendolari furiosi, ancora una volta, per “continui disservizi. Sui treni di stamattina era impossibile salire, e meno male che non fa troppo caldo, perché i climatizzatori sono come sempre guasti e i finestrini impossibili da aprire”.

Leggi anche:  Olimpiadi 2026, chi sarà il manager che gestirà l'evento?

La comunicazione di Trenord

Intanto, da Trenord avvisano che “per un guasto agli impianti che regolano la circolazione dei treni in prossimità della stazione di Milano porta Garibaldi, sono possibili ritardi fino a circa 20 minuti – anche se gli annunci sonori parlano di 60 minuti, ndr – e variazioni”. “Il treno partito da Seregno è stato preso d’assalto, con solo due carrozze aperte. Alla fine è stato pure soppresso a Monza e a Lissone sono intervenute le forze dell’ordine – racconta un utente –. Sembra ci sia ancora lo sciopero dai tanti disagi subiti stamattina. Ci hanno fatto salire in una carrozza senza aria e senza uno spiffero apribile. Assurdo, ancora una volta”.

La situazione sulle linee

Tirano-Sondrio-Lecco-Milano

Lecco-Molteno-Como
ù

Lecco-Carnate-Milano