Ryanair mette fine al viaggio gratuito per i bimbi sotto i due anni. Una vicenda che coinvolge da vicino anche l’aeroporto di Orio al Serio, dal quale partono e arrivano numerosi voli della compagnia aerea irlandese e che rappresenta lo scalo di riferimento sul fronte dei voli low cost per la nostra regione.

Supplemento di 25 euro a tratta per chi viaggia con neonati

A partire dall’inizio di aprile, infatti, chi vola con Ryanair dovrà fare attenzione alle nuove regole, i passeggeri in viaggio con un bambino in bracciodevono pagare un supplemento di 25 euro a tratta.

Per verificare la nuova regola basta ottenere il posto per i propri figli sotto i 24 mesi: sul sito Ryanair si imposta il numero dei passeggeri, indicando quanti adulti e quanti bambini viaggiano sotto i 2 anni. Una volta scelta la destinazione e il periodo in cui si vuole partire, si scelgono i posti a sedere tra quelli in offerta. Il sistema calcolerà da solo quale poltrona sarà destinata al bambino legato al primo passeggero adulto, mostrando il totale della spesa di 25 euro come supplemento.

Lo “Sportello dei Diritti” denuncia la mancanza di trasparenza su questi costi aggiuntivi. Secondo Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, questa prassi è contraria ai regolamenti europei e invita la compagnia aerea a modificare le sue pratiche.

Leggi anche:  Stelvio, una nuova finestra sulla strada chiusa per la frana

LEGGI ANCHE: Drone non autorizzato nel cielo di Malpensa: aeroporto chiuso e voli dirottati

Latte e pappe si possono portare?

A proposito di bambini, o meglio neonati, cosa si può portare a bordo di un aereo?

Il trasporto di latte e di altri alimenti per bambini a bordo di voli Rynair segue gli attuali Requisiti di Sicurezza EU. Essendo gli alimenti per bambini considerati essenziali, è possibile portarli nel bagaglio a mano, così come riportato dal blog di Federica Piersimoni.

Per quanto riguarda eventuali bottiglie di latte, non devono superare i 100 ml di capacità e, ai controlli di sicurezza prima dell’imbarco, potrebbe esservi richiesto di assaggiarne il contenuto per dimostrarne l’autenticità.
Potete inoltre portare vasetti di omogeneizzati, nella quantità necessaria ad alimentare il bambino durante il volo. I vasetti sono preferiti alle confezioni di cartone perché possono essere aperti, controllati e poi richiusi all’occorrenza.

Potete anche portare pannolini e salviette imbevute, ma attenzione a creme e lozioni per le restrizioni sul trasporto di liquidi a bordo: non devono quindi superare i 100 ml e vanno chiusi in una busta di plastica richiudibile da 1 litro.