Nel libro “Sanità di montagna” il noto cardiologo Gianfranco Cucchi illustra criticità e lancia proposte per un miglioramento.

“Così non si può più andare avanti”

“La nostra sanità langue. Così non si può più andare avanti”. E’ l’allarme che lancia lo specialista, che ha lasciato anticipatamente l’ospedale di Sondrio ma non la professione. In un libro dato recentemente alle stampe il cardiologo, che ha lavorato al nosocomio cittadino per 36 anni, descrive l’attuale (preoccupante) situazione in provincia.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA OGGI, SABATO 15 GIUGNO, L’INTERVISTA.