Pericolosa la convivenza tra scialpinisti e mezzi battipista sui pendii innevati in concessione alle società degli impianti di risalita.

Controlli a tappeto delle Forze dell’Ordine

E’ allarme per i troppi scialpinisti che di notte risalgono le piste da sci rischiando la vita. Questa pratica è pericolosa oltreché vietata 24 ore su 24. E visto che sta diventando sempre più diffusa nelle skiaree della provincia di Sondrio, in particolare a Chiesa e a Bormio, ma anche ad Aprica e a Livigno, con un sensibile aumento dei rischi, le Forze dell’Ordine hanno deciso di intraprendere una campagna di repressione e sensibilizzazione ad hoc.

SU CENTRO VALLE IN EDICOLA OGGI, SABATO 9 MARZO, IL SERVIZIO COMPLETO E LE FOTOGRAFIE.