Secam abbassa la tariffa rifiuti ai Comuni. Lo ha deciso il Consiglio di Amministrazione della società pubblica valtellinese.

Tariffa rifiuti: i Comuni risparmiano

Si prospetta un ulteriore risparmio nella spesa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani per i 77 comuni della provincia di Sondrio. Il Consiglio di amministrazione di Secam presieduto da Alfio Sciaresa  ha deciso di proporre all’assemblea del controllo analogo una riduzione dell’1% della tariffa. La diminuzione del costo per i Comuni segue l’analoga misura approvata nel 2017. La riduzione dovrà comunque essere approvata dall’assemblea dei soci.

Possibile grazie all’impianto di Cedrasco

“La decisione del Consiglio di amministrazione è il risultato del buon funzionamento dell’impianto di bioessicazione di Cedrasco. Una realtà che è in grado di ridurre i rifiuti conferiti e quindi di
abbassare i costi per il trasporto verso gli impianti di smaltimento di fuori provincia”. Lo ha detto l’amministratore delegato Gildo De Gianni commentando la decisione del CdA. La società proprietaria dell’impianto è la Bioase. E’ partecipata al 30% da Secam e per il restante 70% da A2A. Ha realizzato utili che sono stati destinati alla riduzione della tariffa praticata ai Comuni
che tuttavia rappresenta soltanto una parte della Tari pagata dai cittadini.

Leggi anche:  Bellissima Camminata in rosa

Secam al top in provincia

Durante la riunione, l’amministratore delegato De Gianni ha informato il Consiglio di amministrazione del positivo giudizio emerso dalle valutazioni effettuate dalla pubblicazione “Made in Sondrio”. Su oltre duecento società della provincia Secam è al primo posto per il
fatturato (44,7 milioni di euro) nel settore dei servizi. Si piazza inoltre al 19° posto in termini assoluti. In particolare, si evidenzia come la società pubblica di proprietà di Provincia di Sondrio, Comunità Montane e Comuni sia prima tra le aziende di servizi anche per addetti ed efficienza gestionale.