Dal 10 al 15 dicembre.

Seconda edizione di “Sport da un altro punto di vista”

Seconda edizione di “Sport da un altro punto di vista”, una settimana di sport paralimpico e di sensibilizzazione alle disabilità, quella dal 10 dicembre al 15 dicembre all’Istituto comprensivo di Grosio, Grosotto, Sondalo, con il progetto patrocinato e finanziato dalla Comunità montana di Tirano. Intervengono due sportivi, Pierre Amighi, ipovedente, e Stefano Cecini (Team Mortirolo Lanzarote), che uniscono la loro passione per raggiungere una grande meta olimpica, Tokio 2020.

Il progetto

E’ rivolto alle classi quinte delle scuole primarie dell’Istituto comprensivo di Grosio, Grosotto, Sondalo con una pluralità di iniziative, che coinvolgono alunni, docenti e genitori. Sono previste lezioni in classe dove lo sport viene utilizzato per “pensare e riflettere insieme” sui valori della legalità, inclusione, collaborazione, rispetto reciproco e valore del gruppo, utilizzando una metodologia attiva, coinvolgente e stimolante.

Programma

E’ prevista la conduzione dell’educatore Antonio Supino. Poi, a lezione di sport con i genitori: un incontro per riflettere insieme alle figure adulte sui valori dello sport per la crescita dei loro figli. Infine, tutti a lezione di giochi paralimpici: l’incontro di giovedì 13 dicembre, al Polifunzionale di Sondalo, che coinvolge genitori e studenti, prevede la sperimentazione di giochi paralimpici con Pierre e Stefano come guide in attività come l’andare in bicicletta bendati, giocare a sitting volley, giocare senza l’utilizzo di una parte del corpo, interagire in modo diverso con gli altri fidandosi di loro. Infine, la verifica finale in classe per riflettere insieme ai ragazzi e l’evento Christmas Bike sabato mattina.