Si incatena fuori dal tribunale: “Chiedo giustizia”. E’ la protesta di Stefano Caspani, di Grosio, inabile al lavoro al 100%.

Si incatena fuori dal tribunale: “Chiedo giustizia”

Questa mattina, martedì 29 maggio, Stefano Caspani, di Grosio, si è incatenato fuori dall’ingresso del tribunale di Sondrio per protesta. Ha esposto un cartello con scritto “Chiedo giustizia”. L’episodio è relativo ad una vicenda giudiziaria che lo ha visto protagonista e che attiene alle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro e infortuni. Per due anni Caspani è stato assunto presso una nota industria farmaceutica valtellinese. Ma lui ritiene che le mansioni di magazziniere non dovevano essergli assegnate visto che lui all’epoca era invalido al 90%. “A seguito dei lavori che dovevo svolgere (ossia sollevare bobine che pesavano da 22 a 49 chilogrammi) ho avuto un peggioramento  delle mie condizioni di salute, diventando inabile lavorativo al 100%” spiega Caspani. In seguito aveva presentato varie denunce contro l’azienda.

La protesta dopo la seconda richiesta di archiviazione

Oggi, dopo la seconda richiesta di archiviazione del  fascicolo, Caspani ha deciso di protestare pubblicamente. La sua richiesta è di poter incontrare personalmente il pm Luisa Russo, che aveva seguito l’intera vicenda. “Vorrei che, in presenza mia, si effettuasse un sopralluogo in ditta affinché si reperiscano tutti gli elementi utili che confermino la mia tesi”.

Leggi anche:  Valdisotto, Notte Blu da record

“Non doveva sollevare carichi pesanti”

“Il mio assistito non doveva sollevare carichi pesanti”. Lo sostiene con forza l’avvocato di Caspani, Giorgio Ballabio di Milano. Il legale ha rilasciato le sue dichiarazioni al telefono. Contattato direttamente dal suo assistito, ci ha esposto le sue ragioni proprio durante la protesta di questa mattina. “A seguito dei lavori svolti Caspani ha avuto un peggioramento delle sue condizioni di salute. Siamo pertanto fortemente contrari a questa ennesima richiesta di archiviazione del processo. Un plauso alla Guardia di Finanza di Tirano”.