La Cisl chiede interventi urgenti per la sicurezza sui treni. Lo fa con un documento firmato dal referente trasporti Michele Fedele.

Sicurezza sui treni anche per i lavoratori

“Da tempo la Cisl di Sondrio raccoglie il disagio esternato dal personale viaggiante di Trenord che quotidianamente, anche sulle nostre linee ferroviarie, svolge un lavoro divenuto estremamente rischioso – afferma Fedele – Questo a causa della presenza sui treni di persone poco raccomandabili, spesso non in possesso di titolo di viaggio e la cui presenza non può essere ignorata dal personale”.

Il sindacato raccoglie testimonianze

Negli ultimi giorni la Cisl ha raccolto alcune testimonianze dei capotreno che ogni giorno fronteggiano il problema determinato da persone, spesso in gruppo, che utilizzano il treno sprovvisti di regolare biglietto. Un fenomeno che si è verificato  più volte al mattino sulla tratta Morbegno-Lecco. “Queste persone – aggiunge Fedele – pongono in essere una ben immaginabile condizione di pericolo per l’incolumità del capotreno che da solo, e con una non indifferente dose di sangue freddo, deve fronteggiare queste persone che non sempre sono disponibili ad ammettere di essere in una situazione di illegittimità”.

Leggi anche:  Treno guasto fermo in stazione e guasto agli impianti a Milano Centrale: e' il caos totale FOTO

La proposta per la sicurezza sui treni

La Fit Cisl ha da tempo proposto alcune misure utili  migliorare la  sicurezza nelle stazioni e sui treni. Iniziative che si dovrebbero aggiungere alla presenza di vigilantes o delle forze di polizia. In particolare, chiede l’attivazione di una rete di telecamere diffusa, sulla falsariga di quanto realizzato con successo da Atm a Milano, che osservi ogni singolo viaggiatore che transiti nelle stazioni e sui treni e la predisposizione di adeguata formazione del personale finalizzata ad affrontare al meglio  le situazioni difficili.