Vertice in prefettura  dedicato alla sicurezza sui treni dopo gli episodi delle scorse settimane.

Sicurezza sui treni: da noi situazione sotto controllo

Nell’incontro è stato esaminato il tema della sicurezza in ambito ferroviario, alla luce dei recenti avvenimenti di aggressione avvenuti sulla tratta Milano-Tirano. Il Vice Capo Compartimento della Polizia Ferroviaria ha evidenziato, in via generale, come la situazione in provincia di Sondrio non desti particolari preoccupazioni, specie se confrontata con altre zone. Da noi non si sono verificati, nella tratta relativa a questa Provincia, episodi di aggressione. Gli unici episodi segnalati si riferiscono a tensioni sorte a causa del mancato pagamento del titolo di viaggio.

Più servizi anche con le altre forze dell’ordine

Il Comandante del Compartimento della Polizia Ferroviaria si è comunque attivato incrementando i servizi di scorta sui treni sia della tratta Lecco- Milano che di quella Lecco-Sondrio. Sono stati introdotti servizi straordinari in fasce orarie strategiche, tre volte la settimana, in virtù dell’intesa stabilita tra Compartimento Polfer e Questura di Sondrio.  Ad integrare il dispositivo di sicurezza è prevista la vigilanza garantita dalla Questura a mezzo di volanti con il concorso dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale. Nel corso della riunione le Forze dell’Ordine hanno assicurato che sarà previsto un impegno ulteriore con l’effettuazione di controlli straordinari in ambito ferroviario sulla tratta di competenza provinciale, il più possibile in concomitanza dell’arrivo e della partenza dei treni, che saranno programmati dal Questore.

Leggi anche:  Una Stravalfurva con 150 partecipanti

Arriveranno nuove telecamere a Sondrio

Inoltre, in virtù di una convenzione tra Regione Lombardia e Trenord, tutti i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e militari dell’Esercito che utilizzano il treno e che si siano identificati al Capotreno, sono a disposizione in caso di necessità. Va aggiunto che tutti gli operatori di Polizia Ferroviaria sono stati dotati di un palmare che consente di velocizzare gli interventi e consentire prontamente le identificazioni al terminale. Infine, il rappresentante di RFI ha comunicato la presenza in alcune stazioni di sistemi di videosorveglianza annunciando che è allo studio di potenziamento del sistema di videosorveglianza già attivo nella stazione di Sondrio