Smantellata un’importante piazza di spaccio

Smantellata un’importante piazza di spaccio

Smantellata un’importante piazza di spaccio da parte della Polizia di Stato. L’operazione, conclusosi nei giorni scorsi a Cosio Valtellino, ha portato all’arresto di sette persone, sei marocchini e un italiano che spacciavano cocaina ed eroina a basso costo nei boschi della Valgerola, nei primi chilometri della provinciale 7.

L’attività investigativa

L’attività investigativa, condotta dal personale della Squadra Mobile di Sondrio e coordinata dalla Procura di Sondrio, è iniziata nel mese di novembre 2018 e ha permesso di accertare più di 3000 cessioni di droga, individuare 200 assuntori e sequestrare circa un etto tra eroina e cocaina.

Le modalità

La droga, proveniente dall’hinterland milanese veniva confezionato all’interno del bosco per poi essere consegnato a lato della sede stradale da un pusher che usciva dal bosco solo per la consegna. Ciò avveniva sotto l’occhio vigile delle “sentinelle” appostate in punti più elevati pronti ad avvisare in caso di controlli delle Forze dell’Ordine. Il bosco era la loro base operativa, rimanevano nascosti giorno e notte, utilizzando dei ruderi come riparo, fino all’esaurimento della droga. Lasciavano la zona solo per il tempo di tornare a Milano a farne scorta.

Leggi anche:  Scoperto spaccio di cocaina in centro

I blitz

Due i blitz effettuati: uno il 28 gennaio scorso con l’arresto di 4 persone e uno il 21 febbraio con il fermo di altre tre. Questi ultimi tutti e tre marocchini e irregolari sul territorio nazionale e senza fissa dimora. Durante l’attività investigativa sono stati effettuati numerosi sequestri di riscontro, due arresti di valtellinesi e tre indagati in stato di libertà che avevano acquistato droga, che per il quantitativo, era da considerarsi finalizzata allo spaccio.