Una storia a lieto fine per l’anziano di Sondrio ritrovato ai carabinieri in stazione a Treviglio, Provincia di Bergamo.

Anziano di Sondrio ritrovato in stazione

Una storia di altri tempi, anzi “dei giorni nostri”. Stamattina i carabinieri “di quartiere” della stazione di Treviglio, insieme al loro comandante, hanno soccorso un 88enne, individuato in stato confusionale nell’area antistante la Stazione Ferroviaria di Treviglio Centrale. L’anziano,proveniente da Sondrio, probabilmente in un momento di perdita temporanea della memoria, è stato rintracciato nella Bassa Bergamasca da una pattuglia di militari dell’Arma in servizio “di quartiere” insieme al comandante della Stazione, Luogotenente Salvatore Carrozza .

Soccorso dai carabinieri

I militari, notando subito lo sguardo ed il comportamento “smarrito” dell’anziano, si sono avvicinati capendo da subito che si era perso. Hanno immediatamente chiesto supporto ad un medico incontrato occasionalmente alla stazione per controllare lo stato di salute dell’88enne. Nessun problema di carattere fisico, ma soltanto una temporanea difficoltà mnemonica dell’uomo legata all’avanzata età.  Dopo averlo accompagnato in caserma a Treviglio, i carabinieri, hanno dato il via agli accertamenti. Hanno individuato ed avvisato il figlio dell’88enne, in questi giorni all’estero per lavoro, che a sua volta ha avvisato un parente domiciliato a Bergamo.

Leggi anche:  Ruba all'istituto salesiano, subito preso dai carabinieri

Pranzo in caserma prima di tornare a casa

Nel frattempo, arrivata l’ora del pranzo, l’anziano ha consumato nella mensa interna dei carabinieri , come ospite improvvisato, un pasto caldo, sicuramente rifocillante viste le temperature rigide di oggi. Poco fa, l’epilogo a lieto fine, con il riaffidamento dell’uomo alla nipote da parte dei Carabinieri.  Una storia semplice ma sicuramente dal significato importante e, come sempre, una concreta testimonianza della costante presenza dei Carabinieri “tra la gente, per la gente e con la gente”.