Sondrio avrà un garante dei disabili che ne tuteli i diritti. L’iter per l’istituzione è stato avviatoe presto sarà modificato lo statuto comunale.

Garante dei disabili par dare voce a chi non ha voce

Dare voce a chi non ce l’ha. Portare all’attenzione del Comune le istanze dei disabili e delle loro associazioni, attraverso una figura con un ruolo e un compito definiti nello Statuto. L’attenzione alle persone che vivono in uno stato di difficoltà, che hanno necessità e desideri spesso inascoltati era stata presentata in campagna elettorale quale priorità dell’azione amministrativa. Ora si concretizza con
l’avvio dell’iter per l’istituzione del Garante per i diritti dei disabili.

Le parole del sindaco Scaramellini

E’ il sindaco Marco Scaramellini ad annunciare questa novità: “Come avevamo promesso in campagna elettorale, all’indomani dell’insediamento ci siamo attivati per realizzare il nostro intento. Questa figura sarà di fondamentale importanza per portare all’attenzione del Comune le esigenze delle persone e delle associazioni. Lo scopo è di indirizzare e definire le azioni, sia sotto il profilo tecnico che sociale. Sarà il tramite fra i disabili, le loro famiglie e il Comune. Un punto di riferimento al quale rivolgersi e ci aiuterà a rendere realmente efficaci le nostre iniziative”.

Il commento dell’assessore Grillo Della Berta

“Questa figura mi sta particolarmente a cuore – aggiunge l’assessore ai Servizi sociali Lorenzo Grillo Della Berta – Le aree di competenza possono spaziare dal supporto per risolvere i problemi di natura pratica o burocratica al confronto con l’Amministrazione per fornire indicazioni. Il Garante dovrà essere una sorta di avvocato difensore in grado di garantire ascolto e assistenza e di instaurare una relazione proficua e duratura nel reciproco interesse del Comune e degli utenti”.

Leggi anche:  Vent’anni di Orio Center, sabato 24 una grande festa con radio Rtl 102.5

L’iter per l’istituzione del garante dei disabili

L’avvio dell’iter che condurrà all’istituzione del Garante per i diritti dei disabili è previsto nella seduta della Commissione istituzionale del 21 settembre prossimo. In quella sede la proposta verrà valutata dai gruppi consiliari. “A seguito di una verifica con gli uffici comunali – spiega il sindaco Scaramellini – si è deciso di procedere con una modifica allo Statuto affinché questa figura venga inserita nell’atto normativo che regola l’amministrazione del Comune. Un atto non soltanto formale ma sostanziale, un impegno per il presente e per il futuro a tutela di persone che hanno bisogno del nostro sostegno”.