Da oggi.

Sosta e Vai a Tirano

In occasione dell’inizio dell’anno scolastico, in prossimità delle scuole “Credaro” e “Giardino d’infanzia” verranno creati dei parcheggi di cortesia destinati alle famiglie per l’accompagnamento e il ritiro dei bambini. Lungo viale Garibaldi sarà ricavata una linea di parcheggi di colore bianco, che si interromperà in prossimità di incroci, attraversamenti pedonali e fermate dell’autobus: in questo spazio, che non verrà suddiviso in singoli parcheggi, troveranno posto una ventina di automobili. I nuovi posti auto saranno regolati a disco orario di 30 minuti dalle 7 alle 19, tutti i giorni, festivi compresi. Sotto i cartelli con l’indicazione del disco orario sarà presente un pannello integrativo con il messaggio “Vi invitiamo a lasciare questi posti a chi accompagna i bambini a scuola”.

La questione

La questione del parcheggio in viale Garibaldi rappresenta una problematica nota da tempo. Purtroppo per le famiglie con entrambi i genitori lavoratori, diventa a volte difficile realizzare il percorso casa-scuola a piedi o comunque senza automobile sebbene le modalità “ecosostenibili” dovrebbero restare sempre l’opzione principale per garantire ai nostri bambini un ambiente più sano. E’ così che negli orari di entrata e uscita dalla scuola, i genitori sostano irregolarmente con l’auto accanto al marciapiede. Le macchine si fermano ovunque, persino sulle strisce pedonali, creando situazioni pericolose per i bambini.

Leggi anche:  Addio alla maestra e partigiana Del Curto

Regolamentazione

Il Comune di Tirano ha voluto regolamentare questa situazione cercando di conciliare il bisogno dei genitori che lavorano di posteggiare velocemente vicino alle scuole per accompagnare i bambini con il rispetto del Codice della strada (motivo per il quale si è scelto di non creare parcheggi rosa, che al momento non sono regolamentati dal Codice della strada). L’amministrazione comunale ha quindi deciso di creare dei parcheggi di fronte ai due edifici scolastici denominandoli “Sosta e vai”, per indicare ai genitori che il loro uso dovrebbe essere rapido e funzionale all’accompagnamento dei bambini a scuola, in modo tale da garantire un veloce ricambio.