“Un incontro proficuo”. Così l’assessore regionale alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni della Massimo Sertori ha definito il confronto che si è svolto ieri in Regione Lombardia, sul progetto del sentiero nella Val di Mello (SO).

Presenti, oltre all’assessore Sertori, il presidente di Ersaf (Ente regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste) Alessandro Fede Pellone, il consigliere regionale Simona Pedrazzi, esponenti istituzionali, tra cui i sindaci di Mello e di Val Masino, Associazioni rappresentanti delle persone diversamente abili, Guide Alpine e Legambiente.

LEGGI ANCHE: Il sentiero in Val di Mello si farà e si amplia anche l’area camping

Il progetto

Ersaf, con i suoi tecnici, ha illustrato gli aspetti principali dei lavori di forestazione che verranno compiuti nel fondovalle, per renderlo percorribile ai disabili, dotati di proprie Jolette. I lavori di riqualificazione ambientale riguarderanno il sentiero tutto in piano e non in vetta: dalla località Gatto Rosso al Ponte della Rasica. La larghezza del sentiero, prevista dalle norme regionali, permetterà il passaggio delle apposite carrozzine, la cui gestione verrà affidata da Ersaf alle Associazioni di volontariato.

Leggi anche:  Aprica, via alla stagione invernale

Il fondo del sentiero resterà erboso o in terra battuta e verranno applicati solo piccoli riempimenti di terreno, per ovviare ai leggeri dislivelli dei sassi, che rimarranno comunque nella loro sede naturale. Le passerelle esistenti saranno sostituite o manutenute con legname locale.

Accessibilità

Il ponte all’inizio del sentiero verrà sostituito con uno più piccolo e meno impattante rispetto all’attuale per adibirlo solo al transito pedonale. Con materiale acquisito dal torrente Mello si ripristineranno alcune scogliere utili per il transito dei visitatori e per salvaguardare le sponde del torrente dalle piene. Sarà inoltre valutato il miglioramento dell’accessibilità pedonale, anche con la sistemazione di eventuali sentieri esistenti, nell’ambito del progetto complessivo di sostenibilità della valle.

TUTTI I PARTICOLARI SU CENTRO VALLE IN EDICOLA DA DOMANI, SABATO 23 MARZO