Un minuto di silenzio per le vittime del crollo del Ponte Morandi. Un invito al raccoglimento che arriva dal prefetto di Sondrio ed è indirizzato ai valtellinesi e ai valchiavennaschi.

Ponte Morandi: un mese fa il crollo

Ecco il messaggio del prefetto di Sondrio, Giuseppe Mario Scalia, indirizzato ai cittadini della nostra provincia:

“Ad un mese di distanza dal drammatico e triste evento concernente il crollo del ponte Morandi a Genova, ritengo, per un sentimento di vicinanza ai parenti e agli amici a me sconosciuti ed anche a Voi che hanno e continueranno nell’intimo a soffrire, invitarVi ad unirVi al loro dolore, domani alle ore 11,36 mediante un minuto di silenzio e di preghiera.
Sono certo che il pensiero che è serpeggiato nella mia mente sia comune a tutti Voi: “E se fossi passato di lì…”. Quanta riconoscenza dovrei rivolgere a… Ed aggiungerei, da uomo, come sarebbe bello che tutto questo non accadesse più…
Pertanto, invito a me stesso, e credo che anche Voi condividiate, a lavorare bene, ognuno nel suo piccolo mondo lavorativo e familiare, perché il compito di ognuno di noi va fatto bene: Padre Kolbe infatti affermava: “Il bene, il lavoro va fatto bene”.