L’associazione Architetto Bruno Comi di Gravedona, con il patrocinio dell’Ats della Montagna di Regione Lombardia e la collaborazione dell’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice San Martino di Como, organizza per sabato 12 maggio una giornata di sensibilizzazione sulle cure palliative e sul nuovo modello organizzativo definito dalle norme regionali.

Tre gli appuntamenti previsti

La giornata si articolerà in due momenti: al mattino si terrà un convegno rivolto ai medici (che riconoscerà i crediti formativi ECM) mentre il pomeriggio sarà dedicato a tutta la cittadinanza con la presentazione della mostra sulle Cure Palliative “L’abbraccio del Pallium, Misericordia e cura” e lo spettacolo musicale del gruppo D’Altrocanto.

 

Il convegno

Il convegno rivolto ai medici “Dall’ambulatorio al domicilio del Paziente quale via di cura accanto alla Persona inguaribile. La fondamentale collaborazione fra Medico Curante e l’Equipe Multidisciplinare di Cure Palliative” mira a costruire una collaborazione che faciliti l’accesso alle cure palliative e migliori i rapporti con l’Unità di Cure Palliative Domiciliari che Accanto Onlus gestisce sul territorio del medio e alto Lario. Il convegno si svolgerà sabato 12 maggio dalle 8.30 alle 13.30 presso l’Ospedale “Moriggia Pelascini” di Gravedona. Diversi gli argomenti trattati, dalle cure palliative e l’organizzazione del servizio sul territorio, alla nuova legge sul consenso informato, sulle disposizioni anticipate di trattamento e cure palliative, alle cure palliative in relazione alle malattie oncologiche e non oncologiche, fino al rapporto tra medico di medicina generale e medico palliativista.

Leggi anche:  È lombardo il gatto più lungo del mondo

Un pomeriggio aperto a tutti

La giornata proseguirà a Palazzo Gallio a Gravedona nel pomeriggio con due appuntamenti a ingresso libero per tutta la popolazione. Alle 15.30 si terrà la presentazione e la proiezione della mostra “L’abbraccio del Pallium, Misericordia e cura” da parte della curatrice, dottoressa Paola Marenco. Alle 16.30 il pomeriggio proseguirà in musica con il gruppo D’Altrocanto, che eseguirà brani di musica popolare e alcune canzoni di Enzo Jannacci, il medico-cantautore che ha speso la sua vita a curare i malati e a cantare le vicende umane dei più deboli.

L’Associazione Architetto Bruno Comi

Scopo dell’associazione è ricordare Bruno Comi attraverso la promozione e il finanziamento di progetti nell’ambito delle cure oncologiche supportive e dell’architettura rivolta a ospitare servizi a favore di malati oncologici, per alleviare il percorso terapeutico e dare supporto alle famiglie, operare per lo sviluppo e la diffusione delle ricerche scientifiche sulle “leucemie-linfomi e altre emopatie dei bambini e degli adulti” e per il miglioramento dei servizi e dell’assistenza socio-sanitaria in favore dei leucemici e altri emopatici e delle loro famiglie, avvantaggiando il volontariato senza fini di lucro. L’associazione offre un servizio di trasporto gratuito agli ammalati oncologici per cure o visite specialistiche presso i centri ospedalieri e si occupa di sensibilizzare la cittadinanza sulla cultura delle cure palliative domiciliari.