A breve via ai lavori.

Villa, polemica per i costi sul ponte di Stazzona

Consiglio comunale prima pacato ma alla fine dai toni molto accesi giovedì sera a Villa di Tirano. Tema preponderante ovviamente il ponte di Stazzona, su cui a breve inizieranno i lavori. Saranno spesi ben 330mila euro per la viabilità alternativa. Mauro Negri ha denunciato lo lievitare dei prezzi sul lavoro del ponte. “A questo punto era meglio lasciare quello esistente per le biciclette e realizzarne uno nuovo”. Il sindaco ha risposto raccontando i motivi della decisione. “Dovete sapere che abbiamo fatto riunioni su riunioni su questo tema. E il guado dell’Adda solo per mezzi agricoli sarebbe costato almeno 150mila euro. Così abbiamo deciso per il ponte provvisorio. Se devo scegliere fra una spesa di quel tipo per il guado e del doppio per un ponte a beneficio di tutti scelgo la seconda soluzione. I tempi sono questi: il 15 luglio la chiusura del ponte di Stazzona, poi staremo almeno un mese senza il ponte e poi ci sarà la messa a dimora del provvisorio”.

Leggi anche:  Cantieri nei boschi dopo la Tempesta Vaia, vietati alcuni sentieri

Costi e tempi

Ricordiamo che il costo della ristrutturazione del ponte è di 480mila euro e che i lavori dureranno 8 mesi. Su questo punto dura contestazione di Monica Manoni che ha attaccato i costi dell’operazione per mettere a dimora un ponte provvisorio che sarà usato solo 8 mesi. “Mi pare una spesa assurda per un ponte provvisorio. Si potevano trovare soluzioni alternative. E ci piacerebbe anche sapere se tutti questi costi saranno a carico del Comune o se ci sarà il contributo di altri enti”. Il sindaco ha assicurato che ci sarà il massimo impegno per reperire fondi anche da enti sovracomunali. Insomma, il problema ponte di Stazzona peserà non poco sulle casse del Comune di Villa.