Sondrio si prepara al “World No Tabacco Day” con due giorni di iniziative che vedranno protagonisti gli studenti e l’Ats della Montagna

Venerdì e sabato il “World No Tabacco Day” a Sondrio

Guanti, pinze, contenitori e pettorine… Sarà questo l’equipaggiamento da lavoro per alcuni studenti dei 3 Istituti Comprensivi di Sondrio che, venerdì 31 maggio, insieme ai loro insegnanti saranno impegnati in una capillare ricognizione della città per ripulirla dalle migliaia di mozziconi gettati a terra. Una data tutt’altro che casuale per questa iniziativa voluta dall’Ats della Montagna in collaborazione con Secam, Comune di Sondrio, Banca Popolare di Sondrio e Ufficio Scolastico Territoriale. Il 31 maggio si celebra, infatti, il “World No Tabacco Day”, giornata mondiale di riflessione sui rischi associati al fumo.

Un’iniziativa di sensibilizzazione

“Oltre a sostenere le strategie finalizzate a ridurre il consumo di tabacco – spiega il Direttore Generale dell’ATS della Montagna, Lorella Cecconami – quest’anno intendiamo proporre un’iniziativa di sensibilizzazione verso i danni che il consumo di tabacco causa all’ambiente, tanto all’aria che respiriamo quanto all’ambiente in cui viviamo”. Un atto di consapevolezza, dunque, e di impegno concreto al fine di sensibilizzare l’intera collettività. 

Il programma della due giorni

Gli studenti saranno testimonial di questo cammino di responsabilità e di promozione di corretti stili di vita. L’iniziativa non terminerà il 31 maggio. L’1 giugno, infatti, tutti i soggetti coinvolti – Comune di Sondrio, Secam, Banca Popolare di Sondrio e Ufficio Scolastico Territoriale – insieme ad ATS della Montagna si troveranno alle ore 11 in Piazza Campello a Sondrio. Studenti e insegnanti, infatti, trasferiranno il contenuto della loro giornata di raccolta in un grande contenitore trasparente (una sigaretta gigante) al fine di mostrare l’evidenza di una situazione che può e deve essere migliorata grazie all’impegno e alla sensibilità di tutti. L’Assessore alla Cultura, Educazione e Istruzione del Comune di Sondrio, Marcella Fratta, ha, da subito, appoggiato l’iniziativa coinvolgendo gli Istituti Comprensivi della città e apprezzando molto l’idea della fattiva presenza degli studenti che, oltre a riflettere sulle conseguenze del fumo sulla salute, si rendono protagonisti come futuri cittadini attivi. Non solo, in Piazza Campello l’ATS della Montagna sarà presente con uno staff dedicato per chiunque voglia sottoporsi gratuitamente alla misurazione del monossido di carbonio.