Condannato a  cinque anni e sei mesi  dalla Corte di Cassazione un 76enne che 13 anni fa abusò per due volte di un bambino di Tradate mentre si trovava in vacanza a Santa Caterina Valfurva (Sondrio).

Condannato anziano pedofilo, dopo 13 anni arriva il carcere

Aveva abusato per due volte di uno dei tanti bambini che, ogni anno, da Tradate andavano in campeggio a Santa Caterina Valfurva. La scorsa settimana, dopo 13 anni, è arrivata la condanna definitiva per l’oggi 76enne che nel 2006 trasformò l’estate di un piccolo tradatese in un incubo che non l’avrebbe mai abbandonato. L’uomo, marito di una delle donne che lavoravano al campeggio, era già stato condannato dalla prima Corte d’Appello di Milano che aveva previsto anche il risarcimento di 90mila euro alla vittima e ai genitori.

LEGGI ANCHE: Spaccio in Bassa Valtellina, arrestato latitante

Un altro caso finito in prescrizione

Quel bambino, che oggi ha 21 anni, non fu l’unica vittima dell’uomo. In primo grado infatti il Tribunale di Sondrio l’aveva condannato a 6 anni e 6 mesi perchè c’era anche una terza violenza sessuale su minore, nel 2004, nello stesso campeggio e sempre su un bambino tradatese. Una violenza andata però prescritta in sede penale, per la quale rimase però il risarcimento 50mila euro alla vittima. Dopo quest’ultima condanna definitiva, l’anziano pedofilo si è costituito al carcere di Bollate dove sconterà la sua pena.