Cade ultraleggero partito da Samolaco, decedute due persone.

Ultraleggero cade in Valcamonica

Si è concluso martedì sera l’intervento per il recupero di due persone, di nazionalità belga, decedute in seguito alla caduta dell’aereo ultraleggero. Il CNSAS Lombardo è stato inviato sul posto e le operazioni sono state portate a termine grazie a una stretta collaborazione con il Sagf – Soccorso alpino Guardia di Finanza e i Carabinieri.

40 persone impegnate nel recupero

Impegnate in tutto una quarantina di persone. Il mezzo, partito da Samolaco in Valchiavenna, è stato localizzato dall’Aeronautica Militare nel tardo pomeriggio di martedì in Val Malga di Sonico, Alta Valle Camonica. Era a una quota di circa 1600 metri, in una zona molto impervia, situata sul versante orografico sinistro della vallata. I tecnici sono stati portati sul luogo dell’incidente con l’elicottero e recuperati al termine dell’intervento.

Era partito dalla Valtellina

Il velivolo era arrivato alla base aerea di Samolaco, un paio di giorni prima assieme a un altro ultraleggero dello stesso genere. I due equipaggi avevano trascorso la notte a Samolaco, lasciando sul registro dei voli dell’aviosuperficie, i loro dati anagrafici personali e dei due rispettivi aeromobili.