Tanti gi interventi anche oggi per i soccorsi sulle montagne lombarde. Riguardano escursionisti in difficoltà, persone infortunate e sempre più spesso cercatori di funghi. Agosto è di norma un mese in cui le statistiche vedono un’impennata nelle richieste di soccorso ma in molti casi gli incidenti si possono prevenire, con la giusta attenzione alle regole di base della sicurezza in montagna che trovate anche sul sito sicurinmontagna.it, la campagna permanente del Cnsas e del Cai.

LEGGI ANCHE: E’fungo-mania, la sfida sui social si fa serrata ma ATTENZIONE

 

Volo di 20 metri

In Valbondione (BG) un uomo di 50 anni che stava salendo al rifugio Curò con il figlio è precipitato per una ventina di metri a pochi minuti dal rifugio. Sul posto l’elisoccorso di Brescia. Due tecnici di Valbondione che si trovavano già nelle vicinanze e il rifugista del Barbellino lo hanno raggiunto. Pronti in caso di necessità altri quattro tecnici in piazzola a Valbondione. L’uomo è stato portato all’ospedale Papa Giovanni.

Leggi anche:  Lite in condominio, 65enne è gravissima in ospedale

Infortunio presso il Parco delle Piramidi

A Zone (BS) intervento nei pressi del parco delle Piramidi. Una donna è caduta, probabile frattura alla caviglia. Si trovava in un bosco e quindi si è deciso per la partenza delle squadre territoriali da Esine. La prima squadra è arrivata subito dove c’era la donna ferita, altri soccorritori Cnsas erano pronti in caso di necessità. L’elicottero in hovering ha sbarcato tecnico di elisoccorso, medico e infermiere, che sono scesi a piedi fino al luogo dell’incidente lungo il sentiero. Dopo il trattamento sanitario, è stata spostata per una cinquantina di metri fino a un’area dove si poteva operare con il verricello. L’elicottero ha portato la donna in ospedale.