Dodici persone sono state arrestate ieri, martedì 11 dicembre 2018, nell’ambito di un’inchiesta che ha portato alla luce una serie di presunte irregolarità nel l’accoglienza dei migranti. Tra loro il presidente della cooperativa Progetto Vita, attiva anche in Valtellina. Ai domiciliari è finito anche un funzionario dell’inps di Sondrio.

Accoglienza migranti

Secondo l’accusa l’organizzazione, che aveva al vertice il presidente della coop e un’altra persona, forniva ai migranti, compresi i minori, pasti con alimenti di scarto. Inoltre, facevano dormire gli stranieri in alloggi di fortuna, con materassi infestati da parassiti. Di più. Per assicurarsi la benevolenza di chi era addetto ai controlli, offrivano benefici. Nel caso del funzionario INPS di Sondrio avrebbero assunto la moglie nella cooperativa.

Su Centro Valle in edicola sabato il servizio completo con tutti i dettagli