Una coppia in manette perché trovata in possesso di marijuana. Durante la perquisizione i Carabinieri hanno rinvenuto 15 piante.

Droga, coppia in manette

Alla vigilia di ferragosto nei guai sono finiti M.N. e M.A., entrambi di 27 anni, residenti a Dubino. Nessuno dei due aveva precedenti per reati inerenti agli stupefacenti. La coppia, invece di dedicarsi alla cura del tradizionale orto, aveva pensato di applicare le proprie conoscenze botaniche a un altro vegetale. Nel loro appartamento di Dubino i militari della Stazione di Delebio, in collaborazione con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chiavenna, hanno trovato una vera e propria serra. E all’interno vi erano 15 piantine di marijuana.

Investigatori insospettiti dall’odore

Durante un servizio i Carabinieri, insospettiti dal forte odore proveniente dall’appartamento, hanno deciso di procedere con un’approfondita perquisizione. Quella che ha portato a scoprire un piccolo locale adibito a serra per la cura e la coltivazione delle piantine destinate alla
produzione di stupefacente. Nell’abitazione sono stati trovati anche semi e prodotti per la coltivazione delle piante di marijuana, come lampade e concimi. Complessivamente la coltivazione era composta da circa 15 piante che, a completa maturazione, sarebbero state essiccate per essere trasformate in stupefacente.

Leggi anche:  Si perdono dopo un’escursione a Madesimo

Scattano le manette

La coppia è stata quindi tratta in arresto con l’accusa di coltivazione di sostanza stupefacente. Gli  arresti che sono stati convalidati questa mattina dal giudice per le indagini preliminari  che ha tuttavia disposto per i due la scarcerazione. Hanno comunque l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.