Nel video il momento più spaventoso ripreso da una telecamera posta sulla testa di uno sciatore che si trovava lì in quel terribile momento.

 

Un morto e tre feriti gravi. Questo il pesante bilancio dell’enorme valanga che ha colpito martedì 19 febbraio la stazione sciistica svizzera di Crans-Montana . I soccorritori hanno lavorato tutta la notte al di sopra del resort nel canton Vallese per cercare di trovare altri sciatori che potrebbero essere rimasti intrappolati nella valanga. Le operazioni di ricerca sono state sospese questa mattina.

Valanga a Crans Montana

A perdere la vita è stato un poliziotto di 34 anni membro della squadra in servizio sulla pista da sci. Dopo il salvataggio è morto in ospedale per i traumi riportati. L’uomo è stato travolto dalla valanga che ha spazzato la montagna a un’altitudine di 2.500 metri, appena sotto il ghiacciaio Plaine-Morte. L’enorme massa di neve ha colpito la famosa pista da sci di Kandahar intorno alle 14:20 in un punto noto come “Passage du Major”. Le autorità elvetiche hanno fatto sapere che la valanga misura oltre 840 metri di lunghezza e 100 metri di larghezza e si estesa sul pendio per circa 400 metri.

Leggi anche:  Tre alpinisti rischiano l'assideramento in alta quota