La scorsa domenica 9 dicembre 2018 c’è stato un furto in chiesa di Musso.

Furto in chiesa ruba 350 euro durante la messa

Una donna di 62 anni, di Musso, il lunedì successivo al furto aveva denunciato l’accaduto alla stazione dei Carabinieri di Dongo. Tutto era accaduto durante la celebrazione della santa messa, avvenuto nella chiesa di “San Biagio”. Dopo aver visionato le immagini del circuito di videosorveglianza interna della chiesa e aver sentito alcune persone che avevano preso parte al rito religioso, le indagini si sono concentrate su una donna di circa 40 anni, sospettata del furto.

Ha approfittato di una distrazione

La ladra, approfittando di un momento di distrazione della vittima, le aveva sottratto il portafogli dalla borsa poggiata a terra, occultandolo nella propria borsa e, successivamente, asportandone il contenuto. Subito sono stati organizzati servizi finalizzati ad individuare la sconosciuta che, nel primo pomeriggio dello stesso giorno della denuncia, è stata intercettata dai militari dell’arma, fermata ed accompagnata in caserma.

Leggi anche:  Documenti non in regola, maxi multa per autotrasportatore

La confessione

Di fronte all’evidenza del suo riconoscimento, ha confessato di essere l’autrice del furto e riconsegnato ai Carabinieri i 350 euro, bottino del furto, restituiti ieri alla vittima del reato che ha ringraziato i militari dell’arma per l’efficienza dimostrata e l’insperato risultato di riavere il denaro asportatole. La donna 44 anni, di Chiavenna, provincia di Sondrio, è stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica del Tribunale di Como per furto aggravato.